In difesa dell’anarchia. Critica della democrazia rappresentativa

14,00

Quali sono i fondamenti su cui poggia la legittimità dello Stato, ovvero del paradigma che conforma da secoli il pensiero politico occidentale? In questo saggio che anticipa l’attuale crisi della rappresentanza, Wolff sviluppa una serrata critica della «metafisica dello Stato», sostenendo l’intrinseca incompatibilità tra autorità politica statuale e autonomia morale del singolo. Una destrutturazione argomentata della democrazia rappresentativa – a favore di una democrazia diretta vista come anarchia positiva – che mina alle fondamenta l’intera teoria politica tradizionale, riaprendo in tutta la sua complessità la questione della legittimità del potere.

1 disponibili

COD: 9788833020754 Categoria:

Quali sono i fondamenti su cui poggia la legittimità dello Stato, ovvero del paradigma che conforma da secoli il pensiero politico occidentale? In questo saggio che anticipa l’attuale crisi della rappresentanza, Wolff sviluppa una serrata critica della «metafisica dello Stato», sostenendo l’intrinseca incompatibilità tra autorità politica statuale e autonomia morale del singolo. Una destrutturazione argomentata della democrazia rappresentativa – a favore di una democrazia diretta vista come anarchia positiva – che mina alle fondamenta l’intera teoria politica tradizionale, riaprendo in tutta la sua complessità la questione della legittimità del potere.

Titolo

In difesa dell'anarchia. Critica della democrazia rappresentativa

Autore

Robert P. Wolff

Editore/Marca

Elèuthera

ISBN

9788833020754

Anno di pubblicazione

2020